deutsch
HOME
 

OPERE DI REGOLAZIONE DEI CORSI D´ACQUA

Esistono molti tipi di opere di regolazione dei corsi d'acqua. Si distingue tra misure attive e passive, ma tutte mirano a contenere o ad eliminare completamente i pericoli.

Misure attive

Con le misure attive si tenta di ridurre al massimo l'insorgere di danni.

Ne esistono di svariati tipi. Le opere tecniche vengono costruite in cemento, pietra o legno e hanno nomi molto complicati come briglia di ritenzione rifiuti, briglia selettiva con pettine per legname galleggiante e via di seguito. Con queste misure si vuole sempre trattenere o frenare il torrente e gli oggetti che trasporta (legno o detriti).


Ci sono però anche misure biologiche, per le quali si utilizzano sostanze viventi o naturali. Ci sono ad esempio le recinzioni di rami intrecciati. Sulle scarpate vengono piantati dei salici e coperti di terra. I salici germogliano e con le loro radici consolidano la scarpata in modo totalmente naturale,
proteggendola meglio contro l'erosione (asporto della terra per opera dell'acqua).

Misure passive

Le misure passive servono ad impedire che le persone e le loro case si trovino in pericolo.

La cosa più importante a questo proposito è la mappa delle zone di rischio, una specie di cartina di ogni villaggio, sulla quale si vede dove si possono costruire le case e dove no. Dove non si può è semplicemente troppo pericoloso. Della mappa delle zone di rischio vi racconterà di più la mia amica Cornelia.

Lebensministerium.at, 2019 • Impressumdeutsche Version